Centro Tadini: si chiude un 2021 con il vento in poppa

Grande soddisfazione è stata manifestata dal presidente del Consorzio Terrepadane, socio di maggioranza.

Assemblea dei Soci per il Centro di Formazione “Vittorio Tadini”, che archivia un 2021 con il segno “più” e intravede prospettive per il 2022.

"I risultati positivi rappresentano un punto di partenza per le nuove sfide che ci attendono" ha commentato il prof. Paolo Sckokai che, dal 2017, presiede il Consiglio di amministrazione del Centro di Gariga. 

"Il rinnovo dell’accreditamento regionale, l’ampliamento del nostro bacino d’utenza e l’ammodernamento della sede sono solo alcune delle partite che ci apprestiamo ad affrontare".

Positive anche le previsioni per il 2022 illustrate dal direttore Massimiliano Gobbi.

"Pur mantenendo un approccio estremamente prudente in ragione delle dinamiche del mercato di riferimento, anche per l’anno in corso si prospettano risultati estremamente positivi" spiega il direttore "la diversificazione dell’offerta formativa su diversi prodotti e tipologie di utenze ci consente di garantire oggi una buona stabilità del volume di attività gestite. Inoltre, nel 2022 l’organico dell’ente è cresciuto con l’inserimento di due nuove persone, che si sono affiancate alle quattro già presenti".

La buona salute in cui versa il Centro è stata evidenziata anche dai Soci.

Marco Crotti, presidente del Consorzio agrario Terrepadane, azionista di maggioranza del Centro, ha parlato di "una struttura solida in grado di offrire servizi di alta qualità al territorio e al settore agroalimentare non solo del territorio piacentino, ma ormai di tutta la regione".
Il presidente, nel complimentarsi per i risultati raggiunti, ha evidenziato come il Centro Tadini si sia costruito negli ultimi anni una reputazione estremamente positiva ed autorevole che gli sta consentendo di crescere in termini di utenti, territori di riferimento e servizi offerti.

"La formazione nel settore agroalimentare è oggi fondamentale per lo sviluppo delle imprese e l’efficace utilizzo delle innovazioni tecnologiche"

prosegue Crotti

"per questo alcuni anni fa si pensò di riunire intorno al centro i principali attori dell’agroalimentare piacentino. I risultati di questi anni confermano la bontà della scelta di allora che ha consentito di proseguire la centenaria storia di innovazione legata al nome Tadini".

Dello stesso avviso il Presidente del Consorzio di Bonifica Luigi Bisi, che a suo tempo, come presidente di Terrepadane, promosse l’ingresso di Terrepadane nel CdA del Centro.
La compagine societaria del Centro di Formazione è oggi composta oltre che da Terrepadane, da Consorzio di Bonifica, Università Cattolica, Cerzoo, Ainpo, Consorzio Piacenza Alimentare, Coldiretti Piacenza, Consorzio Grana Padano, Azienda Tadini, Flying team. 

 min

Articoli recenti:

4
August
2022
Operatore delle lavorazioni di prodotti agro-alimentari: consegnati i diplomi ai neo qualificati
La formazione nell’agroalimentare si conferma una preziosa opportunità per giovani e imprese.
20
June
2022
14
June
2022
Certificazione Forestale: a Morfasso in programma il quarto incontro
Venerdì 17 Giugno a Morfasso certificazione forestale e nuovo marchio "Il Bosco del Ducato" protagonisti di un nuovo incontro.
13
June
2022
6
June
2022
Bilancio 2021: si conferma il trend positivo con ulteriore consolidamento della struttura finanziaria dell'ente
Approvato in consiglio di amministrazione lo scorso 30 maggio il bilancio del Centro di Formazione Vittorio Tadini, che sarà presentato all'assemblea dei soci il prossimo 20 giugno per l'approvazione definitiva.
31
May
2022
Corso "Strategie di marketing per la vendita diretta dei prodotti agricoli": oggi il primo incontro
É partito oggi il corso di Strategie di marketing per la vendita diretta dei prodotti agricoli rivolto alle aziende aderenti al mercato coperto di Campagna Amica, inaugurato lo scorso 9 aprile in Via Farnesiana, 17 a Piacenza. 
27
May
2022
Contrasto dello sviluppo del ragnetto rosso nella coltivazione del pomodoro da industria: ecco i risultati del progetto triennale di ricerca e sperimentazione
Il Consorzio Terrepadane e l’Interprofessione del pomodoro da industria del Nord Italia hanno presentato ai tecnici e agli operatori del comparto la situazione ad oggi riguardo alla lotta al contrasto dello sviluppo del ragnetto rosso nella coltivazione del pomodoro da industria.