Centro Vittorio Tadini e Gal del Ducato in partnership per i boschi

Crotti: “E’ importante dare valore alla gestione delle aree boschive e sensibilizzare le imprese in questo senso”

Il Bosco in Emilia-Romagna costituisce una realtà di circa 543.000 ettari, coprendo più o meno il 25% del territorio regionale.
Un dato che può risultare in un certo senso impressionante e che è indubbiamente “figlio” del processo di abbandono delle aree più interne e montuose e dall’altro della progressiva rarefazione del tessuto insediativo e produttivo delle aziende agricole e forestali di montagna.

In questa situazione, va senz’altro evidenziato un aspetto positivo ossia l’incremento qualitativo e quantitativo delle foreste, che si traduce in un miglioramento dello stato della biodiversità delle aree montane: tuttavia questo sviluppo è purtroppo correlato non ad una valorizzazione della risorsa bosco, bensì d’una forte tendenza all’abbandono delle attività gestionali del bosco.

A ciò si aggiunge la frammentazione della proprietà dei boschi che, sebbene non vada considerata come un fattore negativo in sé, diviene negativa se non è compensata da un lato da una diffusa cultura forestale e dall'altro dall'organizzazione di forme cooperative di gestione.

In questo scenario, si sono inseriti gli interventi del Gal del Ducato, che con oltre 120.000 euro di contributi assegnati hanno finanziato, negli scorsi anni, progetti a favore di varie aziende che operano nell’ambito della gestione del bosco, che si sono certificate, e che hanno iniziato ad unirsi in consorzi, acquistando nuovi macchinari e attrezzature per la lavorazione dei boschi.

Su questa scia è di pochi giorni fa l’accordo tra GAL del Ducato e Centro Tadini, che punta a promuovere attività di informazione e sensibilizzazione sul tema della “certificazione”.

“L’obiettivo – spiega il Presidente del GAL del Ducato, Marco Crotti, - è quello di fornire alle imprese elementi di qualificazione professionale ed accompagnarle in percorsi aggregativi: il tutto sotto un brand territoriale che permetterà di creare filiere verticali bosco-consumatore certificate e di raggiungere la tracciabilità del legname e degli altri prodotti derivati anche non legnosi, creando così un’immagine di qualità della risorsa boschiva e dell’Appennino parmense e piacentino. Tra le attività in programma l’attivazione di uno sportello per le imprese, l’organizzazione di numerosi incontri di informazione e sensibilizzazione, la registrazione europea del marchio territoriale già realizzato, l’elaborazione di materiale informativo/promozionale vario (“guida informativa” alla certificazione, materiale promozionale relativo ai prodotti legnosi e non legnosi e una serie di video per parlare del bosco, del perché certificarsi ma anche della sua fruizione turistica) e un nuovo bando per le imprese forestali che assegnerà circa 90.000 euro di contributi alle imprese che decideranno di certificarsi”.


“Sono finiti e ormai abbandonati i regimi di aiuto a pioggia che purtroppo hanno caratterizzato molti interventi sulla montagna" conclude Crotti "i progetti annuali, che promuoviamo, puntano ad attivare e motivare piccoli gruppi di imprenditori su tematiche molto specifiche, che trovano un riconoscimento concreto nelle realtà territoriali".


 min

Articoli recenti:

27
May
2022
Corso "Strategie di marketing per la vendita diretta dei prodotti agricoli": oggi il primo incontro
É partito oggi il corso di Strategie di marketing per la vendita diretta dei prodotti agricoli rivolto alle aziende aderenti al mercato coperto di Campagna Amica, inaugurato lo scorso 9 aprile in Via Farnesiana, 17 a Piacenza. 
27
May
2022
Contrasto dello sviluppo del ragnetto rosso nella coltivazione del pomodoro da industria: ecco i risultati del progetto triennale di ricerca e sperimentazione
Il Consorzio Terrepadane e l’Interprofessione del pomodoro da industria del Nord Italia hanno presentato ai tecnici e agli operatori del comparto la situazione ad oggi riguardo alla lotta al contrasto dello sviluppo del ragnetto rosso nella coltivazione del pomodoro da industria.
27
May
2022
26
May
2022
A Ferriere in programma il terzo incontro sulla Certificazione Forestale
Venerdì 10 Giugno sarà Ferriere ad accogliere il terzo appuntamento dedicato al tema della certificazione forestale e al nuovo marchio "Il Bosco del Ducato".
15
April
2022
15
April
2022
Certificazione forestale: a Bobbio la prima iniziativa sul Piacentino
Il tema della certificazione forestale assume oggi sempre maggior valore sia da un punto di vista commerciale che normativo.
13
April
2022
30
March
2022
Al via la nuova edizione del Corso di Taglio e Allestimento Legname
Siamo partiti con la nuova edizione del Corso di Taglio e Allestimento Legname, una delle proposte formative che rientrano nel settore forestale, di cui il Centro è diventato punto di riferimento su tutto il territorio regionale.